Stampa

Tardigradi sulla Luna, Tardigrada, phylum invertebrati protostomi celomati

tardigradi sulla luna tardigrada phylum invertebrati protostomi celomati

I Tardigradi oppure Tardigrada nome dato dal biologo Spallanzani nel 1777, sono un phylum di invertebrati protostomi celomati che comprende circa un migliaio di specie animali classificate di recente.
Questi esseri viventi invertebrati la cui dimensione lineare non supera 1,5 mm, sono tra i pochi conosciuti in grado di sopravvivere in condizioni molto estreme.
Le specie marine sono incolori o bianco-grigiastre, mentre quelle terrestri o d'acqua dolce possono essere di vari colori, ad esempio arancioni, gialle, verdi o nere.

I tardigradi sono in grado di sopravvivere in condizioni che sarebbero letali per quasi tutti gli altri animali, resistendo in particolare a:

  • mancanza d'acqua (possono sopravvivere quasi un decennio in condizioni di totale disidratazione)
  • temperature alte o bassissime (possono resistere per pochi minuti a 151 °C, per parecchi giorni a -200 °C (~73K) o per pochi minuti a ~1K)
  • alti livelli di radiazione (anche centinaia di volte più alti di quelli che ucciderebbero un essere umano)
  • basse o alte pressioni (anche sei volte maggiori di quelle dei fondali oceanici)
  • mancanza di ossigeno
  • raggi UV-A e alcuni tipi perfino ai raggi UV-B

Ad Aprile 2019 alcuni esemplari di tardigradi sono stati portati sulla Luna tramite il lander Beresheet dell'azienda spaziale israeliana Israel Aerospace Industries.
Purtroppo a causa di un problema tecnico la missione non ha avuto successo e il lander si è schiantato sul suolo lunare rompendosi in diversi pezzi, ma gli esperti dichiarano che i tardigradi dovrebbero essere sopravvissuti all’impatto.

Valuta questo articolo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (1 Voto)

hits
85
Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE Grazie!