Ripetitore passivo - pannelli ripetitori in montagna


Molti di voi almeno per una volta, si saranno chiesti cosa gli enormi pannelli installati sulle alture e a volte in condizioni veramente estreme. Tralasciando l'impatto ambientale, scopriamo cosa sono e il loro utilizzo.

Quello che vedete, tipicamente con dimensioni di 10m x 5m, altro non è che un pannello ripetitore per le onde elettromagnetiche, detto ripetitore passivo.

Ripetitore Passivo

Il termine ripetitore passivo indica un particolare tipo di ripetitore, utilizzato per poter superare ostacoli naturali che ostruirebbero la linea di vista tra due terminali radio, senza operare alcun tipo di amplificazione o rigenerazione operando quindi in maniera del tutto passiva. Esso consiste dunque in una coppia di antenne opportunamente collocate che ricevono e ritrasmettono il segnale cambiandone solamente la direzione di irradiazione. Può essere collocato in punti elevati ovviando all'installazione di apparati elettronici che richiederebbero energia di alimentazione e la cui manutenzione risulterebbe più complicata e costosa.

In casi particolari, normalmente con angoli di ripetizione inferiori ai 90º, si può utilizzare uno specchio metallico che riflette le onde elettromagnetiche con area di diversi metri quadrati opportunamente orientato, invece di due antenne accoppiate. In alcuni casi particolarmente critici per la presenza di ostacoli difficilmente superabili, si può utilizzare l'inserimento di doppi o addirittura tripli ripetitori passivi. La tecnica risulta particolarmente vantaggiosa se il punto di ripetizione passiva è vicino a uno dei due terminali attivi, in modo da ridurre le perdite totali del collegamento.