Oasi di Nefta - Tunisia


La prima sorgente d'acqua fresca che sgorgò dalla terra dopo il diluvio universale fu trovata a Nefta da Kostel, un nipote di Noè. Dalla fonte si sviluppò un'oasi fertile che oggi si annida tra le desolate alture che si distendono a perdita d'occhio nella parte occidentale della Tunisia.

L'oasi di Nefta si trova tra le colline e le dune del deserto, 400 km a sud-ovest di Tunisi, e nell'angolo sud-ovest della depressione salina chiamata Chott Djerid.

Accogliente stazione di sosta per le carovane del deserto e centro religioso per i pellegrini Sufi, Nefta costituisce un punto di riferimento per le migrazioni da e per l'interno del continente africano.

Alimentata da più di 150 sorgenti, l'oasi sviluppa una vegetazione in cui predominano le palme da dattero.