La galassia di Andromeda M31


Andromeda rappresenta la figlia della regina Cassiopea, che fu incatenata a uno scoglio in sacrificio al mostro marino Cetus finchè non fu salvata da Perseo, che poi lo sposò. Le origini di questa costellazione risalgono all'antichità classica. Nonostante la sua fama, Andromeda non è particolarmente appariscente: la sua stella più brillante è soltanto della 2° magnitudine.

La caratteristica più cospicua è una linea di quattro stelle che si estende dal Quadrato di Pegaso; una di queste stelle costituisce un vertice del Quadrato, anche se in effetti fa parte di Andromeda. 

Questa stella, chiamata Sirrah o Alpheratz, costituisce la testa di Andromeda; un'altra stella di questa linea, Mirach, rappresenta la sua cinta, e una terza, Alamak, il suo piede incatenato.

L'oggetto più celebre in questa costellazione è la Galassia di Andromeda, M 31, una galassia a spirale simile alla nostra Via Lattea; essa è l'oggetto più distane visibile a occhio nudo.

Due stelle, a partire da Mirach, ne indicano la posizione.