Skin ADV
Stampa

Italia in Emergenza Sanitaria Nazionale a causa Coronavirus Covid-19

italia in emergenza sanitaria nazionale a causa coronavirus covid 19

Tra il 1956 e il 1960 l'Italia fu funestata da un'influenza cosiddetta "asiatica" che fece 2 milioni di morti (a livello globale, ndr). In quell'occasione, però, "il Paese non si fermò", mentre, a causa del virus Coronavirus Covid-19, nel mese di Marzo 2020, il presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana, Giuseppe Conte, ha dichiarato per l'Italia attraverso la firma del CpDM, lo stato di emergenza sanitaria nazionale, dopo diverse e ripetute consultazioni con tecnici, scienziati e primari ospedalieri, in sostanza, il territorio italiano e la sua "eccellente" sanità è sotto sforzo, rischiando quasi il collasso del sistema.

  • Il 07 Marzo 2020 la Lombardia e altre province del Nord Italia vengono considerate aree/zone rosse.
  • Il 09 Marzo 2020 scoppiano le prime rivolte nelle case circondariali italiane, danni strutturali, evasione dei detenuti e purtroppo anche vittime.
  • Il 10 Marzo 2020 tutta la penisola, l'Italia diventa ZONA PROTETTA, CpDM rivisto ed esteso, restrizioni e limitazioni su tutto il territorio nazionale.

La festa della Donna 2020, sarà purtroppo ricordata, non per le belle mimose regalate, feste e cene tra amiche, ma per "l'isolamento, chiusura" di molte regioni e intere province del territorio, e altre restrizioni da nord a sud passando per il centro dell'Italia, quindi allo stato di allerta e precauzione per tutte le istituzioni regionali, insomma tutto lo stato italiano si ferma, tra paura, incertezza, disinformazione e atti di menefreghismo.
La rapida e inaspettata diffusione del virus nel territorio nazionale è dovuta oltre che alla "globalizzazione" anche a causa di tutte quelle persone, che nonostante il "consiglio" di stare a casa, residenti in zone dette "rosse" e non, si mettono in viaggio per andare al mare "invogliati anche dalle prime giornate primaverili", vanno a sciare oppure si accalcano a feste o nelle movida delle città. Non bisogna generalizzare ma purtroppo alcuni si "sentono bene", sono asintomatici e viaggiando permettono al virus di espandere il suo raggio d'azione.
Questo virus "sconosciuto", sarà affrontato e debellato, le persone guariranno e si tornerà alla realtà, ma il virus avrà lasciato un segno indelebile nel cuore di molte persone di tutto il mondo.

"...nonostante le grida che proibivano di lasciare le città e minacciavano le solite pene severissime, come la confisca delle case e di tutti i patrimoni, furono molti i nobili che fuggirono da Milano per andare a rifugiarsi nei loro possedimenti in campagna..." [A. Manzoni]

Altri articoli sul Coronavirus Covid-19;

Valuta questo articolo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
Valutazione 5.00 (1 Voto)
hits
166

Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE oppure entra nella Live Chat. Grazie!