Identificazione delle stazioni radio

Una fase importante del radioascolto è quella della chiara identificazione della stazione ascoltata. L'identificazione può avvenire sulla base di un effettivo annuncio da parte del conduttore del programma, grazie a un jingle musicale o cantato, o a un insieme di indizi riferiti al contenuto del programma, lingua utilizzata, località geografiche e personaggi politici citati, eventi e personaggi sportivi, inni nazionali, spot pubblicitari, segnali orari, numeri telefonici e così via).


Registro di stazione per radioascolto
La caccia alle stazioni lontane e l'ascolto di programmi per l'estero sono facilitati dall'esistenza di repertori che contengono le liste di stazioni attive sulle rispettive frequenze o, nel caso delle broadcast internazionali, dalla disponibilità di guide alla programmazione (in inglese program schedule) con l'indicazione degli orari e delle frequenze utilizzate per le diverse fasce di programmazione in lingua.

Quando la lista non può essere risolutiva e su una determinata frequenza e in un determinato orario è teoricamente possibile l'ascolto di due o più stazioni, sono utili le considerazioni sui meccanismi della propagazione radioelettrica e sugli aspetti storico-statistici che favoriscono la ricezione di una stazione piuttosto che un'altra. Se anche questi fattori non sono determinanti, non resta che una accurata analisi del segnale ascoltato e possibilmente registrato, ai fini di individuare espliciti annunci o indizi per l'identificazione. Anche così, un certo numero di segnali rimane non identificato e come tale viene normalmente riportato su un log, il diario di bordo che il radioascoltatore è solito tenere come traccia della sua attività.

Come avviene per i radioamatori, anche i radioascoltatori possono contattare la stazione ricevuta per ottenere una conferma di ricezione chiamata QSL. La QSL, che il radioascoltatore invia alle emittenti, può essere una comune cartolina su un lato della quale vengono riportati i dettagli tecnici dell'ascolto effettuato, con l'indicazione della data, dell'ora, della frequenza ricevuta e di altri dati che comprovino il reale ascolto dell'emittente. L'emittente radiofonica, alla ricezione di una QSL correttamente compilata, potrebbe rispondere con una cartolina ufficiale che conferma il rapporto d'ascolto.

Fonte: Wikipedia


Tags cloud

EME Guadagnare Bill Hader OM Remedy B.J. Novak navigazione Grande Carro ottimizzare Costo Yasser Arafat email Meteorologia Sony Castelli lavoratori Amedeo Grieco Re limone Charles Hudson legghins Impressione Mark Wingett Italia RG 213 /U Ghiacciaio venere Onde Stazionare dentista Greg Ellis equinozio di primavera parmigiano reggiano QRM frequenza Scirocco italia 1 Oceanus Procellarum Triesnecker pesce azzurro Tre pesciolini roulotte Alfonso XII di Borbone reattanza capacitiva Ben Wilson sepolto cocciniglie Network Quotazione Rinascimento documenti incoming link GOA Quentin Tarantino Adesso E Qui M4A bassa Afghanistan traino wifi peep toe Hotel twitter Saturn V VMC Rifugio ottimizza spinaci larva Viminale costellazione Quando Sono Lontano Julie Dreyfus taggare Nespoli Norman Matlock Vimeo DNS Secondario Liliaceae sito carburante villaggio Ponzone half-duplex acero Satellite METEOSAT hPa indice DIGIPEATER cannes anziani lost adele tre quarti d'onda snow Codici Portaerei Astronomico CISAR Samantha Cristoforetti Guardando Il Cielo Detail Quadrantidi rucola spirale Send My Love Awards umidità Super separazione Paramount stelle Candele Paolo Calabresi Siberian Husky Romany Malco Godin nofollow idrico fermata Lenny Kravitz Angelo Pintus piselli Terni Moneta Federico Barbarossa Scorpena Volante Niccolò Calvagna winter POES eliminare Galileo sistema operativo Short Wave Listener albero colonne secondario decibel primario Sandro Pertini cielo Leone lava Formula 1 la7d Via Da Qui leggi missile Numero Verde