Stampa

I Ponti Ripetitori Radioamatoriali

I ponti ripetitori sono dei sistemi automatici, posizionati generalmente a quote abbastanza elevate, in grado di ritrasmettere il nostro segnale a decine o anche a centinaia di chilometri di distanza, consentendo di poter stabilire collegamenti che, normalmente sarebbero difficili da realizzare, specialmente con apparati portatili o dal mezzo mobile.
I ponti ripetitori possono "collegarsi" tra di loro creando così una sorta di catena utile ad ampliare la propria copertura.

Il loro funzionamento è molto semplice: lavorano contemporaneamente su 2 frequenze differenti:

  • una dedicata alla ricezione del nostro segnale
  • l'altra dedicata alla ritrasmissione simultanea

I ponti ripetitori si trovano sia sulla banda VHF (144-146 MHz) detta anche 2m, sia sulla banda UHF (430 e 432 MHz) detta anche dei 70cm.
In banda VHF la frequenza di ricezione del ripetitore si trova generalmente con Shift a 600 KHz (- o +) rispetto a quella di trasmissione; nello specifico se si intende trasmettere sul ripetitore R0 bisogna trasmettere a 145,000MHz e ascoltare a 145,600 MHz.
Sulla gamma dei 2 metri la loro canalizzazione è di 12,5 kHz.
Talvolta può essere necessario, prima di trasmettere utilizzare una funzione detta "TONE" che genera un fischio a 1750 Hz, in grado di sbloccare il ripetitore.
Se un ponte ripetitore è attivo, ogni 15 minuti trasmette in telegrafia o in fonia i suoi dati (nome, ubicazione, sigla) e ogni volta che mandiamo la nostra portante, ci risponde con la sua.
E' buona norma prima di iniziare a trasmettere su un ponte ripetitore lasciare qualche secondo di spazio per consentire ad altri radioamatori di poter manifestare la propria presenza.

In gamma UHF la la frequenza di ricezione del ripetitore si trova generalmente con Shift a 1600 KHz (- o +) rispetto a quella di trasmissione; nello specifico se si vuole trasmettere sul ripetitore a 431.600MHz, bisogna trasmettere a 430.000 MHz.
Come per i ripetitori VHF, anche quelli in gamma UHF hanno talvolta la necessità di essere sbloccati con la funzione "TONE".
Altri ripetitori per essere sbloccati necessitano, invece di ricevere, insieme alla nostra portante, un tono sub-audio (che il nostro orecchio non pu√≤ percepire) variabile da 67 a 250.3 Hz; i toni sub-audio pi√Ļ usati sono quelli a 100.9 e 88.5 Hz.

E' bene ricordarsi che senza l'utilizzo del tono subaudio è comunque possibile trasmettere il proprio segnale sulla frequenza assegnata ad un determinato ponte ma non agganciando il ripetitore, durante un QSO tra radioamatori, molti di loro non vi ascolteranno, altri si e in modalità "diretta" ovvero tra il vostro apparato e il loro senza passare per il ponte ripetitore.
Questa situazione è da evitare assolutamente, così come sono da evitare: mettere la portante senza modulare, non indicare il proprio nominativo e qualsiasi altra condizione che possa disturbare il ponte e i loro utilizzatori.
Anche se i ponti ripetitori sono "per tutti gli OM" è buona norma ringraziare i gestori che grazie alla loro manutenzione ci consentono di effettuare i nostri collegamenti.

Valuta questo articolo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
Valutazione 5.00 (1 Voto)

hits
3337
Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE Grazie!

Tags cloud

Band Plan TEX fagioli sole integrale mele farina mf Swarovski Rasbore alta montagna ICOM Propriet√† Jodie Foster circuito Galleggiante QRA64 Derek Jacobi sciami index popolazioni rivoluzione giorni giocatori Modem Router Wi-Fi RGB Hidetsugu Yagi YouTube Ottone FIGC VDA guarnizioni uranio uniforme banda avocado System Fusion mattonelle leggi dieta MIDLAND stella sportive Garry Cooper sabot Satelliti invertebrati limone R-Zero antizanzare viaggiatore limite stazione meteo traino Erg SOLDI disabilitare processi Platy Conto Online LT898UV lago di garda AMBIENTE vegetezione vichinghi dentista leggenda Primulaceae Raicho Vasilev Luca Miniero terrapieno missionario base circolare destrorsa tecnica guida nickname Ricky Gervais Angela Finocchiaro Astronauta frequenze La2 Rodeus amarus impronte umane CTCSS navigare Zitolo Oceano Atlantico Henry Morton Stanley David Livingstone performance Evangeline Lilly slitta abitazione cinerea Rai Scuola Indiano Estintore Squalo Bianco Orionidi Riccardo De Filippis Barolo salva Sparidae pepe venezuelano Geminidi radioamatori Divina Commedia cyber Malika Ayane shoes peep toe pallini Edmund Hillary Cubo Rubik radionavigazione luoghi boreale inerte Spiaggie Liguria comprare Billy Connolly 832 Daniel Br√ľhl calzature emisfero australe indipendenza NOVE weather Gabriele Salvatores metano iphone aurum antonio conte RINGO radiazioni enzimi autolivellanti SETI anguria Titerno parmigiano reggiano scala centigrada Shintaro Uda Islanda SMS segnale Detail USB Winsock Mizuo Peck