Energia a basso costo dall'idrogeno


Aperta la strada per ottenere energia a basso costo dall'idrogeno, grazie a pile a combustibile di nuova generazione, basate su catalizzatori molto più economici di quelli attuali. E' stata aperta dalla ricerca condotta dall'italiano Andrea Zitolo, che attualmente lavora in Francia, presso il gruppo Samba (Spectroscopy Applied to Material Based on Absorption) dell'acceleratore Soleil, e pubblicata sulla rivista Nature Materials.

Lo studio è stato condotto in collaborazione con il gruppo dell'Università di Montpellier II, coordinato da Frederic Jaouen, che ha sintetizzato questi catalizzatori. ''Le pile a combustibile permettono di utilizzare una fonte di energia pulita e abbondante come l'idrogeno, ma perchè avvenga la reazione sono necessari dei catalizzatori che attualmente sono fatti con metalli preziosi e rari, come il platino'', spiega Zitolo.

Per questo da tempo è iniziata la ''caccia'' a catalizzatori meno costosi, come quelli a base di un metallo comune come il ferro, studiati dal gruppo di cui Zitolo fa parte in collaborazione con l'università di Monpellier. E' il risultato più recente e promettente di un filone di ricerca nato circa 50 anni fa, ma soltanto adesso questa strada è diventata percorribile: ''finora non si conosceva la struttura interna di questi catalizzatori 'alternativi', ma la luce di sincrotrone ha permesso per la prima volta di ricostruirla e di studiarla in dettaglio''.

Diventa quindi possibile superare i due grandi ostacoli (ossia la scarsa efficacia e la durata ridotta) che finora hanno impedito di trasformare in realtà i catalizzatori economici. Nato a Pescina (L'Aquila) 35 anni fa e cresciuto a Ladispoli (Roma), Andrea Zitolo si è laureato nell'università Sapienza di Roma, dove ha svolto anche il dottorato ed iniziato la sua carriera da ricercatore. ''Ho deciso di andarmene quando ho capito che non ci sarebbe stato futuro. In Francia - ha aggiunto - ho trovato le condizioni ideali per gestire il mio progetto di ricerca e l'indipendenza che è fondamentale per il mio lavoro''.

Fonte: ANSA