Emergenze in mare


Per l'emergenza in mare è attivo il numero 1530 gratuito sul tutto il territorio nazionale.

Informa un amico a terra sul percorso che intendi effettuare e la previsione di rientro in porto.

Prendi visione di tutti gli equipaggiamenti di sicurezza presenti a bordo e leggi le istruzioni d'uso.

Ricordati che, come comandante dell'unità hai la responsabilità di chi è a bordo con te.

 

IN CASO DI INCENDIO:

Spegni il motore; tutte le persone a bordo devono mettersi con il vento alle spalle (sopravvento); aziona l'estintore alla base delle fiamme.

 

IN CASO DI FALLA (buco nella barca):

Dirigiti subito verso terra!

Ogni materiale a bordo è buono per otturare la falla (stracci, sacchetti di plastica, uno spezzone di vela).

Se la falla è vicina al livello dell'acqua, sposta i pesi (persone e materiali) nella parte opposta per tenere la falla al di fuori dell'acqua.

 

INFORTUNIO IN BARCA e UOMO IN MARE

Fai distendere l'infortunato e dirigiti verso il porto più vicino; 
CHIAMA IL 1530 DELLA GUARDIA COSTIERA

Lancia subito il salvagente a chi cade in mare: se vedi qualcuno in pericolo hai il dovere di aiutarlo!

Accosta sul lato dove è caduto; non perderlo di vista e torna lentamente indietro per recuperarlo.

Una volta raggiunto ferma il motore.

 

CHIEDI SOCCORSO

Puoi sempre contare sulla Guardia Costiera: se la barca affonda chiedi soccorso!

Con il cellulare chiama il numero blu 1530 e comunica posizione, nome della barca e tipo di emergenza.

Con la radio VHF utilizza i canali 16 0 70 e comunica:
"MAYDAY MAYDAY MAYDAY", la posizione, il nome della barca o altro identificativo, e il tipo di problema o incidente.

 

NELL'EMERGENZA IL TEMPO E' PREZIOSO: prima di partire ricorda di portare un mezzo di comunicazione, anche il cellulare va bene!

Tratto da: l'ambiente & il tuo mare (... un mare + sicuro) edizione 2008
Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Guardia Costiera