Differenza tra rame crudo e ricotto

La definizione di "rame ricotto" si riferisce al processo metallurgico con cui è ottenuto il manufatto in rame, in questo caso, ma anche l'alluminio ed altri materiali non ferrosi possono essere ricotti. Per i materiali ferrosi si usano altre terminologie che fanno però riferimenti a processi termici analoghi.

La ricottura si effettua in forni, in genere fuori dal contatto dell'aria o in ambiente inerte per evitare l'ossidazione, ed ha lo scopo di portare vicino al punto di fusione il materiale e mantenercelo per un certo tempo. In queste condizioni le sollecitazioni interne del materiale, in genere dovute alle lavorazioni di tipo plastico eseguite per ottenere il manufatto (esempio stampaggio, trafilatura, coniatura, ecc) vengono rimosse e la struttura reticolare interna del materiale ritorna uniforme.

L'effetto sulle proprietà fisiche del materiale ricotto è che esso è più duttile e malleabile (significa riducibile in fili, riducibile in lastre) dell'equivalente materiale "crudo".

In genere quindi il materiale ricotto è usato se sono necessarie ulteriori lavorazioni come ad esempio se hai dei tubi di rame che devi curvare e sagomare a tuo piacimento. La lavorazione plastica ha la caratteristica di "incrudire" il materiale per cui l'operazione di piega ad esempio non può essere ripetuta troppe volte perchè il materiale via via si "incrudisce" nel punto di piega. La ricottura si applica anche più volte nel processo di lavorazione, ad asempio un tubo di rame da 10mm è ottenuto partendo da dei tubi di rame di circa 60mm ottenuti per colata continua o estrusione e viene trafilato 5 o 8 volte. Ogni 2 o 3 operazioni viene ricotto per permettere le lavorazioni successive.

Il materiale "crudo" non può essere piegato facilmente in quanto rischia di fratturarsi, è poco plastico, tecnicamente si dice che ha il limite delle deformazioni plastiche coincidente o molto vicino al punto di rottura.

Contrariamente ai materiali ferrosi dove il raffreddamento rapido ha ripercussioni sulla durezza del materiale, come esempio quando tempri un utensile, perchè blocca particolari strutture che si formano durante il riscldamento, per i materiali non ferrosi questo effetto non si manifesta anzi il raffreddamento rapido in alcune leghe ha l'effetto di potenziare la ricottura.


Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE Grazie!

Tags cloud

Punti Vendita Alpi Marittime money sky ampere nutrice tallone Kendra Leigh Timmins ricotto Il Diluvio Universale COA RealTime Donald Sutherland dune visite Gressoney Sognefjord punto gamma MKV Tunis morte apparente Dactylopius C4FM xreference brutta figura italia 1 olimpo paleontologi WXtoImg Ciclidi nani ReadyBoost filare toroide autonomia Jerry Seinfeld Joule grassetto birra camper AIR collegamento Stelle cadenti proteine stazione Gore Verbinski Angela Finocchiaro condensatore poste titano brina righe fuoristrada Goran Visnjic risorsa anticiclone periferiche W.C. pianura Tiranno decibel detersivo Roberto Mattioli Aventino lago di garda cavo indicativo di chiamata Benjamin Whitrow villaggio GNSS pizzette equipaggio umano ARI Leone mediaset Campidoglio Nessun Grado Di Separazione snow Ethernet PageRank supercar risotti Il Primo Amore Non Si Scorda Mai multiplayer 90 valanga recchesi Pecilidi ovovivipari Harvey Keitel aquila Mare Serenitatis collant Corazzata J. B. Smoove Mezzo Respiro Adam Sandler processi termostato pagamenti MT63 Sandro Pertini basalto ristorante anni luce nucleo terrestre Aurata Edipo Sparidae Plutarco Elio E Le Storie Tese Brye Cooper testo Keplero lugano Bill Hader Brachydanio scala Richter EchoLink Christoph Waltz Food citronella dermocromia Maria De Filippi invadere collina campo elettrostatico Collette Wolfe Eugene Levy albero Cidatene Proxima Centauri Gary Shail Papiliochromis ramirezi VV-898 alcaloidi Dante Alighieri MP4 DVR Kilimangiaro Rachael Harris cannes Regina Gargano FIGC luce losio Pievigina meridiana fly Test wasabi VFR