Differenza tra Naturalismo e Verismo

Naturalismo e Verismo sono due tipi di correnti letterarie che traggono le loro origini a partire dalla seconda metà dell’Ottocento.

Il Naturalismo si diffonde in Francia e segue il pensiero positivista descrivendo la realtà psicologica e sociale con i metodi usati dalle scienze naturali. La voce narrante enfatizza il modo di vedere e di esprimersi dell’autore, del borghese colto e spesso vengono adottati sia giudizi espliciti che impliciti.

Vengono descritti in particolar modo gli ambienti delle grandi città francesi in cui è in pieno sviluppo il capitalismo industriale ed il proletariato urbano. La società segue ed è regolata da leggi scientifiche. Inoltre, gli autori naturalisti credono che la letteratura, attraverso un’opera di denuncia, possa contribuire a migliorare la società. Tra i naturalisti più rappresentativi troviamo Guy de Maupassant e Emile Zola.

Il Verismo invece si diffonde in Italia nell’ultimo trentennio del 1800 ed è considerato la versione italiana del cosiddetto Naturalismo francese. Tra gli esponenti di spicco di questa corrente letteraria ricordiamo Giovanni Verga e Luigi Capuana. Vengono descritti in modo minuzioso gli ambienti rurali e la realtà arretrata e statica soprattutto del Mezzogiorno d’Italia.

Il romanzo più rappresentativo del Verismo italiano è il celebre “I Malavoglia“.

Secondo i veristi la società è dominata da uno spietato antagonismo tra individui, gruppi e classi: le leggi che la regolano sono la sopraffazione del più forte sul più debole e l’interesse individuale. Nel Verismo prevale il pessimismo di chi ritiene che la realtà sia immodificabile, che la letteratura non possa in alcun modo modificare la realtà e che l’autore debba limitarsi alla riproduzione oggettiva dei fatti. I veristi usano la tecnica della regressione: i fatti vengono narrati e giudicati secondo il punto di vista ed i valori espressi dai personaggi, non secondo la visione dell’autore.

Punti in comune tra Verismo e Naturalismo

Punti che accomunano tutte e due le correnti letterarie, Naturalismo e Verismo, sono i valori del progresso, della scienza, dell’industria e la conseguente liberazione dell’uomo dalla fatiche del lavoro manuale.

Fonte: http://cultura.biografieonline.it


Tags cloud

asparago orzaiolo Un Attimo Importante Amazon Onde Stazionare iSpyConnect Roberto Mattioli mascherina supporto australe astronomia PC sannita half-duplex petrolio Rob Marshall liquidi call sign temperatura EME voli internazionali fagiolo farina Canale lavabo acraman decoder vergine Deposito esterno Michael Caine missile tester Scorpena Volante Godin BEAUFORT previsioni fragole idrocarburi cardinale grandangolare Commercio Aristofane Augusto Gatti domicilio Topher Grace TXT Simone Tonini lesioni sicurezza TCP ESA Alfonso XIII di Spagna Massimo Boldi open signal doppiaggio beatles trivellazione Grammo cereali ripetitori A0 PR uccello Thomas Lennon mouse inbound link scrivania MP3 Cagliari montatura Wes Bentley cucciolo acquariofilia azoto caos Tropico 4 10Base-T stafilococco snapshot underscore Fabrizio Bentivoglio 1971 LT898UV detersivo gomma vegetali Pesca traffico Daniele Mai Brandmeister coassiale corrente elettrica OM onde Mont Blanc Lan barca James Nesbitt 430 usato Paracheirodon axelrodi cena Candele configurazione fsx radioamatoriali Pecilidi ovovivipari Rudolf Hell Piombo ayurveda Douglas Hadow sub audio Luca Vendruscolo parmigiano reggiano ADF 21 cm Trim Charms bar elettromagnetica DOCG Sousse CubeSat Che Giorno E' buco nero Samantha Cristoforetti indirizzo ip 100Base-T medusa FLV UMTS La2 dritto Arti Perdute spia bastone rapace elettronvolt fiordi Albert Brooks TNX frame rate Keira Knightley sepolto inerte Jerry Seinfeld Asino asparagi verdi stabilizzatori Italia nocciole