Skin ADV
Stampa

Differenza tra Musica sinfonica, da camera, Sacra e Opera i generi della musica classica

Musica sinfonica E' il complesso delle composizioni musicali che richiede l'impiego di un'orchestra. L'esecuzione di un brano musicale viene coordinata dal direttore d'orchestra. La figura del direttore d'orchestra è nata all'inizio del XIX secolo. In precedenza la direzione era affidata al primo violino o al maestro di cembalo, i quali avevano il compito di battere il tempo. Intorno alla metà dell'Ottocento si stabilizzò anche l'uso della bacchetta, mentre prima il tempo veniva scandito battendo un piede o un bastone sul podio.

Musica da camera Composizione musicale destinata a un complesso limitato di esecutori: solisti o piccole orchestre (duo, trio, quartetto, quintetto ecc.). Fra il Seicento e il Settecento il termine era usato per distinguere la musica profana da quella sacra.

Musica sacra In tale definizione rientrano tutte le composizioni musicali destinate alla liturgia, eseguite cioè all'interno di una cerimonia sacra. Controversa è l'attribuzione di musica sacra a quelle composizioni ispirate da sentimenti religiosi (sacre reppresentazioni, laudi, madrigali).

Opera Detta anche melodramma (ovvero "dramma in musica"), è uno spettacolo in cui l'azione teatrale si realizza attraverso la musica e il canto. Il melodramma ha tra i suoi antichi progenitori il teatro greco: i drammi di Sofocle e le commedie di Aristofane venivano infatti rappresentate con l'accompagnamento di un "coro" costituito da danzatori e musici. Ai primi del Seicento Claudio Monteverdi con il suo Orfeo stabilì le regole essenziali della struttura interna dell'opera lirica.

Valuta questo articolo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
Valutazione 0.00 (0 Voti)
hits
50

Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE oppure entra nella Live Chat. Grazie!