Stampa

Differenza tra gonna e minigonna

differenza tra gonna e minigonna

Le prime due cose che notiamo quando osserviamo una donna che indossa una gonna, sono il colore della stoffa e la lunghezza di questo indumento.

Ma quale differenza c'è tra gonna e minigonna?

Le tipologie sono quattro e legate alla loro lunghezza.

  • minigonna
    quando la lunghezza della stoffa oscilla dall’inguine alla metà della coscia. Può esser detta anche gonna cortissima
  • gonna corta o gonna al ginocchio
    se la lunghezza supera la metà coscia e non va oltre al ginocchio
  • gonna midi (o )
    se presenta una lunghezza che va dal ginocchio a metà polpaccio
  • gonna lunga
    quando la lunghezza supera metà polpaccio e in questo caso possono essere definite ulteriormente come: al polpaccio, alla caviglia, sotto la caviglia, al tacco o a pavimento

Silhouette
La gonna si distingue in tante forme (o Silhouette) tra le quali;

  • minigonna
    è una gonna realizzata con poca stoffa, ridotta ai minimi termini, ovvero capace di coprire il minimo indispensabile, e lasciando quindi scoperte le gambe, valorizzando la donna nella sua femminilità. Fu inventata nel 1963 dall'inglese Mary Quant.
  • gonna a pantalone
    Si tratta di una gonna o di un pantalone? In verità, la gonna a pantalone è un po' entrambi. Immaginate un pantaloncino con staccato al fianco destro un pezzo di stoffa che va a chiudersi nel fianco opposto, nello stesso modo della chiusura della gonna a portafoglio. Questi tipi di gonne sono i più particolari e i più simili. Variano le lunghezze. Mentre la gonna a portafoglio la possiamo trovare di diverse lunghezze, le gonne a pantalone sono generalmente piuttosto corte.
  • gonna a portafoglio
    è una gonna che si chiude a portafoglio. Immaginate una stoffa lunga che anziché indossarla, bisogna avvolgerla fino a racchiuderla, aiutandosi con dei bottoncini ai 3 quarti della larghezza, ma non solo. Per “fermare” la gonna a portafoglio, dovete (solitamente nel fianco destro) “chiuderla” con un bottone. L'ultima ala del portafoglio, si chiude con un altro bottone o dei laccetti sempre, all'altezza della vita. Mentre la gonna a portafoglio la possiamo trovare di diverse lunghezze, le gonne a pantalone sono nel suo specifico piuttosto corte. Un modello classico di gonna portafoglio è il kilt che viene indossato sia dalle donne che dagli uomini. Le uniche due differenze sono la grandezza delle cinghie (più larghe nel kilt maschile) e la chiusura (a sinistra per gli uomini e a destra per le donne). Entrambi i modelli di kilt hanno una spilla nella parte bassa della gonna per evitare che si apra e mostri le cosce.
  • gonna a campana
    è piuttosto lunga, e arriva oltre al ginocchio. È denominata gonna a campana per la sua forma. Se si prova a fare la “giravolta” con questo tipo di gonna, vedrete davvero che prende la forma della campana. Questa gonna va portata con scarpe piuttosto basse.
  • longuette
    è una gonna la cui lunghezza supera il ginocchio. Se si indossa una longuette, si consigliano un bel paio di scarpe, con una forma o un dettaglio particolare. Il motivo è semplice: la longuette ha una lunghezza particolare che lascia le gambe coperte, e quindi l'occhio cadrà sulle scarpe.
  • gonna da uniforme
    è caratterizzata da un taglio corto, presenta delle pieghe nel modello classico. Creata per essere utilizzabile per attività sportive, mantiene comunque una linea fine e indossabile in contesti di diverso livello di formalità. Utilizzata nella divisa di alcune università straniere alle volte può mostrare un motivo a quadri
  • gonna a palloncino
    è una gonna di media-corta lunghezza, caratterizzata da un rigonfiamento che la rende larga sui fianchi mettendo in mostra la gamba a partire da sopra il ginocchio. Spesso utilizzata per nascondere fianchi e cosce importanti
  • gonna a fazzoletto o onna a tulipano
    è unica nel suo genere, questa gonna e formata da due strati di tessuto di lunghezza diversa, che andando a sovrapporsi, creano una linea obliqua al centro ricreando dunque la forma dei petali di un fiore
  • gonna a sirena
    è stretta alla vita, questo tipo di gonna si allarga sulle cosce per poi stringersi ad altezza ginocchio. La gonna successivamente di apre in modo omogeneo, creando la forma della coda di un pesce
  • La gonna a balze
    è una gonna di lunghezza variabile che presenta piegature orizzontali per tutta la lunghezza. Differenziata dalla gonna a pieghe per l'orientamento delle stesse. Solitamente realizzata in cotone o in materiali più pesanti se corta

Curiosità
Nella cultura occidentale, la gonna è un tipico indumento femminile e di solito riservato alle donne. Esistono comunque delle eccezioni, come il kilt scozzese, tradizionalmente maschile, nonché gonne per uomini presentate da alcuni stilisti.

Valuta questo articolo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
Valutazione 4.88 (4 Voti)
hits
379

Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE Grazie!