Skin ADV
Stampa

Differenza tra Energia Eolica, Geotermica, Solare e del Mare, le energie alternative

Una delle principali preoccupazioni cui l'umanità si troverà a far fronte negli anni a venire sarà quella di trovare fonti energetiche da un lato non inquinanti per l'ambiente (come quella termoelettriche), dall'altro che siano rinnovabili e non risultino pericolose per gli esseri viventi (come l'energia nucleare). Ecco alcune delle più note fonti energetiche alternative.

Energia eolica Sfrutta la forza dell'aria, secondo un principio utilizzato fin dall'antichità nei primi mulini a vento. I moderni mulini a vento, dotati di pale simili a eliche d'aeroplano, sono in grado di trasformare in energia elettrica una parte dell'energia del vento. Investite dal vento, le pale fanno ruotare un albero collegato a un generatore elettrico. La prima centrale eolica entrò in funzione nel 1982 negli Stati Uniti.

Energia geotermica Sfrutta alcuni fenomeni di vulcanesimo secondario come i geyser, getti di vapore ad altissima temperatura che sgorgano dal sottosuolo, convogliando l'acqua calda e il vapore in pozzi da cui vengono poi prelevate per uso domestico o per la produzione di energia elettrica.

Energia solare Sfrutta l'energia prodotta direttamente dalla radiazione solare "catturata" tramite appositi pannelli. I pannelli solari sono costituiti da una superficie nera accoppiata a un sistema interno di circolazione d'acqua entro sottili tubature, cui viene ceduto il calore assorbito. Una lastra di vetro copre il pannello per meglio catturare i raggi solati, come in una serra. I primi riscaldatori d'acqua funzionanti a energia solare furono installati a partire dagli anni Cinquanta sui tetti di molte abitazioni nel sud degli Stati Uniti e in Israele. Esistono anche pannelli solari che producono energia senza utilizzo di acqua (e quindi vapore), bensì tramite apposite celle in grado di convertire la luce in energia elettrica, caricando degli accumulatori (batterie). Ad oggi è facile trovare piccoli e grandi kit già pronti, composti da pannello, stabilizzatore e batteria, per uso casalingo o per alimentare delle luci a led, il tutto comandato da un crepuscolare. I pannelli solari più recenti, sono in grado di trasformare la luce solare in energia anche in caso di brutto tempo, cielo coperto da nubi.

Energia del mare Sfrutta il flusso e riflusso delle maree (oppure il movimento ondoso del mare) per azionare generatori di elettricità posti lungo appositi sbarramenti o dighe. La prima centrale mareomotrice fu inaugurata in Francia nel 1966.

 

Valuta questo articolo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
Valutazione 0.00 (0 Voti)
hits
50

Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE oppure entra nella Live Chat. Grazie!