Definizione del Tempo GPS

Il tempo GPS si basa su orologi atomici e non è in alcun modo corretto rispetto alle variazioni temporali della rotazione terrestre: le uniche correzioni apportate sugli orologi atomici presenti nei satelliti sono delle piccolissime correzioni per fare in modo che questi rimangano perfettamente sincronizzati con gli orologi atomici installati a terra (tipicamente per correggere derive dovute a effetti relativistici). Il tempo "0" da cui è iniziata la misurazione del tempo GPS è la mezzanotte del 6 gennaio 1980 (tempo UTC): in quell'anno, il tempo GPS coincideva esattamente con il tempo UTC; a seguito delle correzioni introdotte al tempo UTC, oggi quest'ultimo si discosta di 17 secondi rispetto al tempo GPS (fino al 30 giungo 2015 erano 16), che come scritto prima non è soggetto nessun tipo di correzione atronomica.

La data trasmessa dai GPS si basa sull'istante "0" appena citato: sostanzialmente il sistema trasmette il numero di settimane passate dal 6 gennaio 1980 e il numero di secondi trascorsi all'inizio della settimana corrente. Le settimane sono trasmesse con una codifica a 10 bit: ciò significa che il numero di settimane passate si azzerano ogni 1.024 settimane (circa 19,6 anni): l'ultimo e per ora unico azzeramento è avvenuto il 21 agosto 1999.