Cos'è il Radioascolto?

Il termine radioascolto identifica l'hobby della ricezione di segnali radio più o meno distanti dei servizi di radiodiffusione. A seconda dello Stato nel quale il radioascoltatore effettua i propri ascolti, questi sono regolamentati dalle leggi locali. Per esempio in Italia è lecito solo ed esclusivamente l'ascolto delle stazioni commerciali e di quelle di tempo e frequenza campione: ascolti di altre stazioni di tipo diverso di quelle indicate possono comportare una denuncia penale per il reato di intercettazione abusiva di comunicazioni.

Le attività di radioascolto vengono tradizionalmente classificate in tre principali categorie:

Il BCL (Broadcast listener) o "ascoltatore di emittenti internazionali" è principalmente rivolto all'ascolto della programmazione delle emittenti in onde corte che si rivolgono a un pubblico sito oltre i confini geopolitici, utilizzando la lingua della nazione d'origine o quelle delle nazioni destinatarie

Il DXer tende a privilegiare la ricezione delle lontane o deboli emittenti di radiodiffusione operanti in onde medie, corte e FM, i cui segnali - non sempre destinati all'estero - riescono in particolari condizioni di propagazione a coprire distanze notevoli

L'SWL, o "shortwave listener", è un ascoltatore delle trasmissioni dei radioamatori, nelle gamme di frequenze loro assegnate.
Non è infrequente il caso che l'hobbista sia interessato a due o più categorie di radioascolto.

Fonte: Wikipedia


Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE Grazie!