Come si utilizzano i DNS di un dominio

A seconda del provider che state utilizzando (1and1, Aruba etc;) disporrete, per i vostri domini, di un pannello di gestione che potrebbe variare sensibilmente caso per caso.
Normalmente i campi da riempire per la configurazione dei record DNS sono tre:

  • nome (a volte denominato “Alias” oppure “Host”);
  • valore (a volte denominato “Destinazione”);
  • durata (TTL o Time To Live, può mancare).

Il nome indica l’host su cui stiamo operando (@ indica un valore vuoto), il valore indica priorità numerica (in certi casi) e destinazione dell’host, la durata serve invece ad indicare al server dopo quanto tempo (espresso in secondi) applicare le modifiche in questione.