Stampa

Come manovrare una barca a motore

La manovra dei mezzi di trasporto su acqua (nave, imbarcazione, barca, gommone) a propulsione meccanica (motore diesel, benzina oppure elettrico) si basa sul timone e sugli effetti causati dal movimento dell'elica.

Vediamo i seguenti casi:

  • Scafo in movimento. Per accostare a dritta sarà sufficiente spostare il timone a destra. Viceversa, per accostare a sinistra sarà sufficiente spostare il timone a sinistra. E' da rilevare che l'accostamento ha il massimo effetto quando l'angolo che il timone forma con la chiglia è di circa 30-40°.
  • Scafo fermo. Basterà spostare il timone a dritta o a sinistra e dare una breve accelerata. Se il timone è a dritta la prua andrà a destra, se il timone è a sinistra la prua andrà a sinistra.

Quando si vuole evitare un ostacolo bisogna ricordare che virando a dritta o a sinistra la velocità diminuisce, pur mantenendo il motore lo stesso numero di giri poiché aumenta la sezione di attrito dello scafo.
In alcuni casi limite per evitare un ostacolo si può ricorrere ad una brusca virata (che però può causare anche il ribaltamento) o invertire il senso di rotazione dell'elica facendo uso dell'invertitore (operazione anche questa consigliabile solo in casi estremi) o decelerando con tutto il timone a dritta o a sinistra.

Valuta questo articolo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
Valutazione 0.00 (0 Voti)
hits
19

Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE Grazie!