Skin ADV
Stampa

Come e quando si diffuse la peste nera in Europa?

Nel 1347 Caffa, in Crimea, era assediata dai tartari. Mentre la città stava per arrendersi, tra i tartari scoppiò la peste (detta anche morte nera); molti morirono e i sopravvissuti gettarono i cadaveri oltre le mura per contagare i cristiani. Gli equipaggi di due galee genevosi, sperando di scamparla, si affrettarono a prendere il mare, ma la peste era salita a bordo con loro e quando le navi approdarono, prima a Messina, poi a Pisa e Genova, la diffusero in Italia.

Il fragello si estese rapidamente per tutta Europa uccidendo più di 25 milioni di persone, quasi un quarto della popolazione mondiale dell'epoca. Descritta dal Boccaccio nel Decamerone, la malattia si presentava in due forme. Una, quella polmonare, che copriva il corpo con macchie nere e si manifestava con febbre e vomito di sangue, portava la morte in tre giorni. L'altra, caratterizzata da grossi bubboni alle ascelle e all'inguine, uccideva in 5 giorni.

Valuta questo articolo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
Valutazione 0.00 (0 Voti)
hits
46

Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE oppure entra nella Live Chat. Grazie!