Come Abbassare o Alzare il Ph in Acquario d'acqua dolce


Premessa

Il pH
Una delle grandezze principi in acquariologia. Dal pH e dalle sue interazioni con il kH dipende infatti tutto il sistema acquario.
L'acqua può essere acida, alcalina o neutra. Questo dipende dai sali o dai gas disciolti in essa.
Per rendere misurabile anche questo fenomeno, i chimici hanno inventato il valore pH. Tutta la gamma dei valori di acidità e alcalinità,dall'acido più forte fino alla base più corrosiva, è stata suddivisa in 14 unità: pH 0 indica l'acido più forte, pH 14 è il tasso di alcalinità più intensa, mentre pH 7 è il valore neutro.
La nostra acqua del rubinetto di regola si trova si trova su valori neutri, tra pH 6,8 e 7,4. E questo è anche il valore che di norma desideriamo ottenere in acquario e con cui i pesci d'acquario si sentono a loro agio. In natura qualsiasi acqua (sorgenti, mari, laghi, fiumi, mari, pozzi, ecc) è caratterizzata da un suo valore di ph. la determinazione del ph di un’acqua è influenzata dalla tipologia del terreno in cui l’acqua scorre o è contenuta; acque che scorrono in terreni dove vi è una forte componente di sostanze vegetali, data la tendenza di queste ultime a rilasciare acidi umici e tannici, avranno un ph acido.
Al contrario, in terreni caratterizzati dalla presenza rocce calcaree o grandi quantità di sali tenderanno ad avere un ph superiore a 7. l’acqua marina, data l’altissima presenza di sali di calcio e sodio, avrà un ph solitamente superiore a 8.
La maggioranza delle creature acquatiche vive in ambienti con ph compreso tra 5 e 9.per pesci e piante allevati in acquario il range di ph oscilla da 6,5 e 7,5; ovviamente nel caso degli acquari marini questo sarà uguale o superiore a 8. La durezza carbonatica indica, come già detto, la quantità di sali presenti in acqua; questi sali fungono da “tamponi” del pH e impediscono che questo subisca repentine variazioni.
Ecco perché acque con un basso kH sono suscettibili di rapidissimi cali di pH. Vogliamo far alzare il ph- Bene, aumentiamo il kH dell’acqua mettendo più acqua di rubinetto rispetto all’acqua distillata. Per abbassare il pH il discorso è un po’ più complesso; esistono diversi modi e ovviamente la prima cosa da fare sarà abbassare il kH della nostra vasca.
Poi potremo intervenire mettendo della torba nell’ultimo scomparto del filtro (la torba rilascia acidi umici che abbassano il pH) o aggiungendo CO2, ma ne parleremo in seguito. C’è anche da dire che la maggior parte delle piante sembra gradire un pH non troppo alto, in questa sede sarà nostra preoccupazione avere una vasca con pH di circa 6,8\7 e kH circa 6,5\7.