Stampa

Che cos'è un buco nero?

Nella relatività generale si definisce buco nero una regione dello spaziotempo con un campo gravitazionale così forte e intenso che nulla al suo interno può sfuggire all'esterno.

Classicamente questo avviene attorno ad un corpo celeste estremamente denso nel caso in cui tale corpo sia dotato di un'attrazione gravitazionale talmente elevata che la velocità di fuga dalla sua superficie risulti superiore alla velocità della luce.
Da un punto di vista relativistico, invece, la deformazione dello spaziotempo dovuta ad una massa così densa è tale che la luce subisce, in una simile situazione limite, un redshift gravitazionale infinito. In altre parole, la luce perde tutta la sua energia cercando di uscire dal buco nero.
La superficie limite al di là della quale tali fenomeni avvengono è detta orizzonte degli eventi.
Da questa caratteristica deriva l'aggettivo "nero", dal momento che un buco nero non può emettere luce.
Dal fatto che nessuna particella può sfuggirgli (nemmeno i fotoni), una volta catturata, risulta invece appropriato il termine "buco".
Un corpo celeste con questa proprietà risulterebbe, quindi, invisibile e la sua presenza potrebbe essere rilevata solo indirettamente, tramite gli effetti della materia che precipita nel suo intenso campo gravitazionale. Fino ad oggi sono state raccolte numerose osservazioni astrofisiche che possono essere interpretate (anche se non univocamente) come indicazioni dell'effettiva esistenza di buchi neri nell'universo, come le galassie attive o le binarie X. Il termine "buco nero" è dovuto al fisico John Archibald Wheeler (in precedenza si parlava di dark star o black star).
Oggetti i cui campi gravitazionali sono troppo forti per permettere alla luce di fuggire sono stati teorizzati nel XVIII secolo da John Michell e Pierre-Simon Laplace. La prima soluzione moderna della relatività generale, che avrebbe caratterizzato un buco nero, è stata trovata da Karl Schwarzschild nel 1916, anche se la sua interpretazione relativa a una regione di spazio da cui nulla può sfuggire è stata pubblicata da David Finkelstein nel 1958. A lungo considerata una curiosità matematica, risale agli anni '60 la dimostrazione teorica che i buchi neri erano una previsione generica della relatività generale. 

La scoperta successiva delle stelle di neutroni ha suscitato interesse negli oggetti compatti collassati su loro stessi per via della loro forza gravitazionale come una possibile realtà astrofisica.

Fonte: Wikipedia

Valuta questo articolo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
Valutazione 0.00 (0 Voti)

hits
1443
Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE Grazie!

Tags cloud

sistema solare montori MIDLAND macedone energia Noemi cucciolo Campeggiatore AMateur Teletype Over Radio Ray Winstone bidè alta montagna Tramontana Send My Love frittata Baldissera podofilia Cidatene soia prenotazioni spagnola Velocità di propagazione gold Yasser Arafat Yagi Fusione frequenze conquistatore garanzia Molise dati Bancomat puntare Di Me E Di Te carburante DNS procarioti oculare Aumentare radionavigazione Salici Amazon username Hank Azaria manifestazione ricotto zaus Argento Svalbard affari Sigma cinerea strato Onde Stazionarie plug worm Diluvio universale decolleté javascript Awards vita vallone Nicola Salvi wasabi apertura connessione Miura misura spinaci Alpi Marittime piega Aleksei Guskov Simone Tonini Russia valanga radiosonde francese tuono Malika Ayane Gemma Ward Giuseppe Pannini Account Repubblica casa campeggio milano records destrorsa turisti fiore telefono siliconi Comunicazione saldo contabile prevenzione Martin Scorsese capostipite cena Aidan Turner Test Steve Coogan brutta figura Campobasso indigene dadini colonne checker EUROBIRD 5G Formula 1 top crime geologia lavastoviglie film western gorgona lampadina Rigillo Mizuo Peck Alleanza Atlantica Calabrone Gigante Asiatico australe celomati MHZ autogrill Micro-Processor Leven Rambin pagamenti ricetrasmittente 100Base-T vallata avocado vello d'oro pezzi mettere andromeda astrologi Mar Ligure Impressione uccello alici cavolo verza Commercio TRACK antenna corta combinato stati uniti videogioco antracite Nina Zilli la7d