Centrali Nucleari in Italia

Sono quattro le centrali nucleari in Italia dove la produzione di energia elettrica da fonte nucleare ha avuto luogo tra il 1963 e il 1990.

Le centrali elettronucleari (tutte mono-reattore) completate ed entrate in funzione in Italia furono le seguenti;

  • La prima centrale elettronucleare italiana venne realizzata a Latina, un impianto con un unico reattore di tipo Magnox da 160 MWe lordi che, una volta ultimato il 12 maggio 1963, ne rappresentava l'esemplare più potente a livello europeo.

  • Otto mesi più tardi fu approntata quella di Sessa Aurunca, alla quale seguì meno di un anno dopo l'installazione di Trino, che aveva a disposizione un reattore PWR Westinghouse da 270 MWe lordi e che al momento della sua entrata in funzione costituiva la centrale elettronucleare più potente nel mondo.
  • Il 1º gennaio 1970 iniziò la costruzione della quarta centrale, quella di Caorso.

Le quattro ed uniche centrali nucleari, sono state chiuse per raggiunti limiti d'età, o a seguito dei referendum del 1987.

Reattori dismessi
Centrale Tipologia Potenza netta
(MW)
Inizio costruzione Allacciamento alla rete Inizio produzione commerciale Dismissione
Latina Magnox 153 1º novembre 1958 12 maggio 1963 1º gennaio 1964 1º dicembre 1987
Garigliano BWR 150 1º novembre 1959 1º gennaio 1964 1º giugno 1964 1º marzo 1982
Enrico Fermi PWR 260 1º luglio 1961 22 ottobre 1964 1º gennaio 1965 1º luglio 1990
Caorso BWR 860 1º gennaio 1970 23 maggio 1978 1º dicembre 1981 1º luglio 1990
Totale: 4 reattori per 1423 MW complessivi

NOTE:
Sono da aggiungere 2 reattori annullati di tipo BWR per 1 964 MW complessivi della centrale di Montalto di Castro e 1 reattore sperimentale CIRENE annullato da 70 MW presso la centrale di Latina.

Fonte tabella: Wikipedia


Ritieni il contenuto di questa pagina incompleto, non attendibile oppure oggetto di altre problematiche? INVIA UNA SEGNALAZIONE Grazie!