Aquila Reale - Uccello Rapace

L' aquila reale è diffusa nell’emisfero settentrionale. Vive in ambienti montani e caccia in zone aperte, preferibilmente in praterie d’alta quota.

Aquila Reale Uccello Rapace

Lunghezza 80-100 cm, apertura alare 200-220 cm, peso 3500-6600 grammi. Vive all'incirca 50 anni. In volo è inconfondibile: le grandi dimensioni, le ali ferme e scivolanti, solo di tanto in tanto mosse da solenni battiti, le remiganti aperte e rivolte all’insù e la grande coda quadrata, permettono di identificare questo superbo volatore senza esitazioni. È ricoperta di un piumaggio piuttosto uniforme, di colore scuro ed illuminato sul capo da riflessi giallo oro.

Costruisce generalmente il nido su rupi inaccessibili; su un letto di sterpi grossolanamente intrecciati depone in genere 2 uova bianche e marrone, covate dalla sola femmina. Entrambi i genitori provvedono invece all’allevamento della prole che richiede un periodo di tempo di circa 11 settimane. I piccoli nascono tra aprile e maggio ad alcuni giorni uno dall’altro, e il più vecchio uccide quasi sempre l’altro. In luglio-agosto il giovane lascia il nido, ma vive ancora tre o quattro mesi con i genitori prima di imparare a cacciare e a diventare indipendente.

Mammiferi (lepri, scoiattoli, donnole, ma anche volpi o piccoli di camoscio e capriolo) e, in misura minore, uccelli (galliformi, corvidi e altri rapaci). In inverno si ciba comunemente di carogne. In un anno per alimentarsi può uccidere: 6 esemplari tra volpi, agnelli o capretti, 10 lepri, 20 uccelli, 20 mustelidi, 30 marmotte e 300 roditori, in tutto circa 400 animali per un peso di due quintali.

L'aquila reale è il più grande dei rapaci diurni e resta fedele al proprio partner per molti anni. A volte i due collaborano nella caccia. Mentre uno vola basso per spaventare la preda, l’altro rimane più in alto pronto alla cattura. È uno dei rapaci più maestosi, volteggia nel cielo fino ad altezze vertiginose, sfruttando le correnti ascensionali e scrutando il suolo con la sua potentissima vista. Come tutti gli altri rapaci, infatti, possiede occhi che le consentono un’acutezza visiva almeno otto volte superiore a quella dell’uomo. Caccia su un territorio vastissimo, tra i 100 ed i 300 chilometri quadrati, con decise picchiate sulle prede.


Tags cloud

ghiaccio Cristoforo Colombo Verdon Menu Start infiammazione giglio di San Luigi Via Da Qui Sparidae cinematografico eBay tre quarti d'onda CB R1 Infostrada kWh Bill Hader Ciclidi nani cibo Gabriele Salvatores Toyah Willcox Andy Serkis Linnè Gelido Siberia Jessica Chastain Assassinato Rolling In The Deep redditi ansaldo 3G ponti ripetitori Sam Elliott missile Modem Router Wi-Fi Peter Jackson Riccardo Milani antenna semele morte apparente giglio della Madonna birra energia blogspot eliminare Aleksei Guskov MS-DOS Pacchetti madagascar ballerine Estate Petrus Theodorus Napoleone boiler Perielio Test Thomas Jefferson HOT BIRD orientare detersivo Luca Parmitano Jena Malone dipoli ottimizza GPS potenziale Binocolo politico Alex Britti network adapter jugoslavo Shanghai Hongqiao nodo Logo Aidan Turner Yun-Fat Chow ISO Cedric the Entertainer Oggi Kola trivellazione LOOP pulita Jonah Hill doppiaggio Alitalia ideogrammi DNS tag AMTOR Moneta Corrado Fortuna Manicouagan Crater Stabilimenti Balneari lenti 454 progetto Delta Aquaridi pressione PSD Omega-3 Colonne Sonore Film Monte Pelat PNG worm Simone Tonini gioielleria Infinite Volte Acquisto galassie saetta dio presidente alessandria roma proteine ananas RINGO broadcast galassia cavolo di Bruxelles Massimo Boldi WMV shopping Piante centrali nazioni programmi 2015 Continuous Wave credito residuo guerra dimensione ENEL RTTY vello d'oro ADSL demineralizzata plug URL QFH Giuseppe Piazzi Gestione cornetti carabinieri Il Mondo Esplode Tranne Noi Yagi percorso fata POP mascherina tenda