Acquario d'acqua dolce tropicale


L’immagine dell’acquario marino tropicale è quasi indissolubilmente associata a quella di un acquario marino di barriera. Questa è un’inesattezza in quanto l’acquario di barriera è una delle possibilità (anche se indubbiamente la più affascinante dal punto di vista cromatico) di realizzazione di tale tipologia di vasca.

Innanzi tutto chiariamo cosa tecnicamente si intende per acquario marino tropicale anche se la cosa è molto semplice: stiamo parlando di una vasca che ospita animali provenienti da un ambiente marino che ha in una delle sue componenti fondamentali la stabilità della temperatura dell’acqua in tutti i periodi dell’anno. In base a questo criterio la prima cosa di cui dovremo preoccuparci in fase di allestimento della vasca è di fornirla di un sistema di controllo di temperatura che mediante riscaldatori e refrigeratori possa assicurare una temperatura costante (solitamente 25-27 gradi) e poi studiare il resto della parte tecnica in base a quale biotopo marino intendiamo rivolgerci.
L’ambiente tropicale ci offre una varietà di pesci ed invertebrati incredibile e gli ambienti che abbiamo la possibilità di realizzare in acquario sono molteplici; si va dal già citato acquario di barriera, al nanoreef passando per la vasca ospitante pesci ed invertebrati di acque più profonde, fino ad arrivare a quelli delle lagune caratterizzate dalle foreste di mangrovie.